Il Tabellino

ROMA-INTER 4-2
Marcatori: 
9′, 9′ st e 32′ st Celar, 21′ Cangiano, Adorante 40′, Salcedo 1′ st.

ROMA: 1 Zamarion, 2 Bouah, 3 Semeraro, 4 Trasciani, 5 Cargnelutti, 6 Marcucci (40′ st Simonetti 17), 7 D’Orazio (24′ st Buso 22), 8 Pezzella, 9 Celar, 10 Riccardi, 11 Cangiano (24′ st Chierico 21)
A disposizione: 12 Pagliarini, 13 Bianda, 14 Santese, 15 Meo, 16 Nigro, 18 Silipo, 19 Bucri, 20 Besuijen, 23 Bamba
Allenatore: Alberto De Rossi

INTER: 1 Dekic; 2 Zappa, 4 Nolan, 6 Van Den Eynden, 3 Corrado; 5 Pompetti (19′ st Demirovic), 8 Roric; 7 Grassini (19′ st Merola 20), 10 Schirò, 11 Salcedo; 9 Adorante
A disposizione: 12 Pozzer, 21 Stankovic, 13 Ntube, 14 Colombini, 15 Rizzo, 16 Ballabio, 17 Rizzo Pinna,19 Mulattieri, 22 Vergani
Allenatore: Armando Madonna

Ammoniti: Trasciani (R), Marcucci (R)

Arbitro: Daniele Paterna

La Cronaca

Partita spettacolare come da previsioni quella che vede affrontarsi gli uomini di Alberto De Rossi contro quelli di Armando Madonna. I giallorossi conducono il gioco per i primi venti minuti realizzando due goal. Il primo per mano di Zan Celar che raccoglie il suggerimento di D’Orazio, il secondo grazie a Cangiano abile a sfruttare la combinazione tra Riccardi e Bouah. L’Inter sotto di due goal cerca di scuotersi con Eddy Salcedo che impegna Zamarion, quest’ultimo però non può nulla sulla rovesciata a porta sguarnita di Adorante, i milanesi accorciano le distanze prendendo sempre più convinzione. La Roma rientra negli spogliatoi per l’intervallo avanti di una rete.

Il secondo inizia col pareggio dei ragazzi di Madonna grazie a un destro a giro di Salcedo, l’Inter dà l’impressione anche di poter passare in vantaggio per merito dell’apporto di Thomas Schirò, in ombra nel primo tempo, che riesce ad essere sia pericoloso in appoggio a Salcedo e Adorante, sia utile nel manovrare il gioco con Pompetti e Roric. Tuttavia la Roma dopo il quarto d’ora di smarrimento si risveglia portandosi nuovamente il vantaggio con Celar che sfrutta l’invito dalla sinistra di Cangiano, da quel momento in poi è accademia giallorossa con Pezzella sugli scudi, il migliore di un centrocampo che domina il gioco, non per demerito dei neroazzurri ma perché semplicemente superiore sia qualitativamente che quantitativamente. Il coronamento del predominio dei padroni di casa arriva ancora con lo spietato Celar servito dallo scatenato Pezzella. La partita termina sul 4-2 per i padroni di casa, a tratti impressionanti.

I Migliori

Salvatore Pezzella: il centrocampista dei lupacchiotti è il migliore in campo, fa quello che vuole a livello tecnico e fornisce un notevole contributo in fase di copertura.

Alessio Riccardi: sprazi di genio per il 10 giallorosso, fornisce una prestazione notevole seppur non incisiva soprattutto in fase realizzativa.

Zan Celar : 3 goal bastano e avanzano, è in un momento d’oro e si vede.

Gianmarco Cangiano: sulla sinistra fa ammattire gli interisti, realizzando un goal e fornendo anche un assist a Celar.

Devid Eugene Bouah: fa vedere le sue abilità tecniche e di spinta nonostante su quella fascia l’Inter sia maggiormente organizzata rispetto alla parte opposta.

Vladan Dekic: salva i suoi in un paio di circostanze, non può nulla sui goal giallorossi.

Thomas Schirò: partita strana la sua, è assente per buona parte dei 90 minuti ma quando si fa vedere fornisce un contributo quasi decisivo alla causa.

Eddy Salcedo: pericoloso nel primo tempo, realizza un bel goal nel secondo, tende a sparire col passare dei minuti.

Andrea Adorante: più vivace nella prima frazione, accorcia le distanze per gli ospiti, cala nella ripresa.

I Peggiori

Flor Van Der Eyden: dà il via al vantaggio romanista perdendo sciaguratamente un pallone non difficile, in generale è in notevole difficoltà contro Celar.

La copertura del duo Grassini-Zappa: individualmente forse ci sarebbe di peggio rispetto alle loro prestazioni, il secondo ci mette anche del suo sul goal di Adorante, ma in generale le azioni pericolose della Roma vedono protagonista la loro zona di campo.