Il Tabellino

ATALANTA-MILAN 6-1
Marcatori: 
 7′ p.t. Zortea (A), 8′ p.t. Tsadjout (M), 23′ p.t. Colpani su rigore (A), 37′ p.t. Piccoli (A), 19′ s.t. Kulusevski (A), 32′ s.t. Del Prato (A), 30′ s.t. Colpani (A).

Atalanta: Carnesecchi, Zortea (39′ s.t. Gyabuaa), Girgi, Del Prato, Okoli, Heidenreich, Peli (39′ s.t. Pina Gomes), Colpani, Piccoli (25′ s.t. Nivokazi), Kulusevski (39′ s.t. Babbi), Cambiaghi (15′ s.t. Colley). A disposizione: Piccirillo, Bencivenga, Guth, Brogni, Kraja, Da Riva, Traore. Allenatore: Massimo Brambilla.

Milan: Soncin, Bellanova, Barazzetta (12′ s.t. Sanchez), Ruggeri, Torchio (25′ s.t. Maldini), Brescianini, Sala, Frigerio (12′ s.t. Mionic), Tsadjout, Capanni (35′ s.t. Olzer), Vigolo (1′ s.t. Tonin). A disposizione: Guarneri, Basani, Bosisio, Culotta, Martinbianco, Brambilla, Haidara. Allenatore: Alessandro Lupi.

Arbitro: Nicoletti di Catanzaro.

Note: ammonito Zortea (A).

La Cronaca

Partita a senso unico al Centro Bortolotti di Zingonia, i padroni di casa annichiliscono letteralmente i ragazzi di Lupi con un punteggio degno di un set tennistico, impartendo la seconda pesante lezione di stagione ai rossoneri dopo quella subita dalla Roma (sconfitta per 7-1). La cosa curiosa è che i primissimi minuti sono appannaggio del Milan, nonostante il goal di Zortea su assist di Kulusevski gli ospiti sembrano giocarsela ad armi pari pareggiando immediatamente i conti con Tsadjout. Al 23esimo la partita trova la sua svolta con Colpani a riportare in vantaggio i neroazzurri, su rigore causato da Ruggeri, spianando la strada alla squadra di Brambilla che chiude il primo tempo sul 3-1 grazie alla rete di Piccoli a coronamento di una grande discesa di Zorta sulla destra.

La ripresa è un monologo, l’Atalanta con Kulusevski, Del Prato, Colpani sigilla una prestazione di squadra straordinaria. Dopo il triplice fischio il passivo per il Milan è di cinque reti e l’Atalanta può solo recriminare per tre legni colti rispettivamente da Colpani e due volte da Colley.

I Migliori

Dejan Kulusevski: trascina la Dea con filtranti e giocate di qualità superiore, solo lui dà l’impressione di essere superiore all’intero centrocampo del Milan.

Andrea Colpani: elegante ed efficace come al solito, trova anche due goal e sfiora la tripletta.

Nadir Zortea: prova maiuscola del terzino neroazzurro, in difesa è attento e in attacco dirompente.

Enrico Del Prato: orchestra con intelligenza la manovra atalantina partendo dalle retrovie e non disdegna i compiti difensivi.

I Peggiori

Samuele Ruggeri: il centrale difensivo del Milan è giovanissimo (2001) ma oggi la sua prova è semplicemente insufficiente, è in continua difficoltà e regala pure un rigore.

Alessandro Lupi: l’allenatore è il primo a subire le critiche in queste situazioni, ma lui fa troppo poco sia a livello tattico che motivazionale per cambiare l’inerzia del match.